Tag

, ,

Con gli ultimi atti del 2015, la Giunta Bivona del Comune di Regalbuto, volge ancora una volta uno sguardo alle fasce più deboli ed ai diversamente abili con l’approvazione di una delibera che riguarda il P.E.B.A. il Piano di Eliminazione delle Barriere Architettoniche che permetterà al Comune di Regalbuto di fare il punto sul grado di accessibilità raggiunto dagli edifici pubblici che fanno capo alla Amministrazione Comunale ed allo spazio urbano cittadino, inteso come spazio di mobilità delle persone, quale tessuto connettivo tra i cittadini e i servizi pubblici ad essi rivolti. Il Sindaco di Regalbuto Francesco Bivona “Dopo aver moltiplicato i parcheggi per i disabili autorizzandone diversi nelle aree di maggior affluenza e sopratutto vicino gli edifici con servizi pubblici, ma sopratutto aver ottenuto i pareri completando il progetto esecutivo per l’eliminazione delle barriere architettoniche nel nostro palazzo comunale e trasmessolo al Dipartimento dei Lavori pubblici per il finanziamento tramite un bando per circa 500 mila euro, l’approvazione del PEBA è un nuova sfida di civiltà che affronta la realtà con grande senso di responsabilità. Crediamo infatti che la battaglia per migliorare progressivamente l’accessibilità di immobili e spazi pubblici sia molto lunga e passi soprattutto dalla sensibilità dei cittadini oltre che dalle infrastrutture.” Restano molti edifici e ampie parti dello spazio pubblico urbano che devono essere oggetto di interventi di abbattimento delle barriere. Per arrivare alla stesura di un P.E.B.A. è necessario però avere un quadro aggiornato della situazione, negli ambiti di competenza dell’Amministrazione Comunale, per quanto riguarda l’accessibilità di edifici pubblici e spazi urbani correlati, è necessario quindi la realizzazione di un monitoraggio, che permetta altresì la definizione del grado attuale di accessibilità per poter programmare su base pluriennale gli interventi necessari a correggere progressivamente le situazioni di carenza, definendo le priorità su cui indirizzare le azioni.

In tale senso l’amministrazione ha individuato un “Disability Manager”, nella figura del Responsabile di Settore Lavori Pubblici e Patrimonio che dovrà incaricare un gruppo di lavoro al fine di creare un database (anche in collaborazione con le associazioni di categoria), che dia fondamento alla determinazione di un Piano dettagliato di eliminazione delle barriere architettoniche da approvare ulteriormente con apposito atto da parte della Giunta Comunale.

Il P.E.B.A., in linea generale, dovrà perseguire i seguenti obiettivi:

  1. mappare e diagnosticare gli edifici pubblici di proprietà comunale aperti al pubblico, per evidenziare i livelli raggiunti di accessibilità e mettere in rilievo le criticità da risolvere;
  2. definire un elenco degli interventi necessari, ordinati secondo una scala condivisa di priorità, con la relativa stima di massima dei costi di intervento necessari per una successiva programmazione attuativa;
  3. realizzare un supporto cartografico informatizzato, finalizzato all’aggiornamento del P.E.B.A., che permetta il controllo di quanto realmente effettuato, mediante la progressiva attuazione del piano che potrà dunque essere monitorata costantemente;
  4. estendere successivamente il piano agli edifici di pubblica fruizione esistenti, siano essi di proprietà comunale o no, per definire la loro accessibilità attraverso lo spazio urbano pubblico.

“Siamo convinti infine – conclude il Sindaco – che il nostro P.E.B.A., dovrà interagire fortemente con il PRG che ci accingiamo a modificare e tutte le eventuali parti regolamentari e normative, riguardanti l’abbattimento delle barriere architettoniche comprese nei singoli provvedimenti pianificatori comunali. La battaglia è ancora lunga ma siamo convinti di aver fatto un passo importante nel rispetto della civiltà e delle persone più deboli.” 

Annunci