Tag

, , ,

mqdefaultDal 13 di ottobre è attiva la società per i rifiuti del Comune di Regalbuto e di Centuripe che hanno avviato il nuovo servizio staccandosi dalla gestione ATO. La nuova società SAES s.r.l. con a capo l’Amministratore unico Ing. Daniele Zito, gestirà il servizio dei rifiuti dei due Comuni riuniti in ARO per i prossimi sette anni secondo quanto previsto dalla legge. Di seguito l’intervista al Sindaco Francesco Bivona pubblicata da “La Sicilia”

Sappiamo che lavorate da tempo a questo progetto. Ma è stato veramente difficile avviare il nuovo servizio ed uscire dall’ATO?

Non si tratta di un nuovo servizio ma di una nuova gestione del servizio rifiuti che riteniamo più fluida e vicina alle esigenze del nostro territorio. È stato estremamente complicato andare avanti con la definizione dei procedimenti per arrivare oggi all’avvio della società perché la legge prevede troppi passaggi e soprattutto non risolve le criticità attuali che vivono le ATO, in primis quella dei dipendenti. Dal piano di intervento che prevedeva già allora la gestione in house, ai numerosi passaggi in consiglio comunale fino a tutti gli atti occorrenti per l’avvio della società che ci hanno impegnato per circa 2 anni. Mentre accadeva tutto ciò era comunque necessario garantire il servizio, che nel nostro comune è già dal 2013 in regime di raccolta differenziata grazie anche alla disponibilità di molti tecnici di Enna Euno, permettendoci di raggiungere percentuali importanti ma obbligandoci ad evitare giornate di disservizio che avrebbero fatto saltare il conferimento previsto dal calendario della raccolta.

Quale sarà il risparmio per gli utenti una volta e regime e quali i vantaggi economici con la costituzione dell’ARO?

Abbiamo pensato di costituire l’ARO forti della esperienza della gestione complessiva ATO che non ha brillato. A mio parere, il principio del sistema ATO come pensato dalla legge funziona perfettamente, come del resto funziona nel resto dell’Italia, è purtroppo la governance che non ha centrato l’obiettivo provocando i problemi che viviamo oggi in Enna Euno. All’interno dell’ATO, ci sono tecnici ed amministrativi di altissimo livello che nel passato sarebbero certamente stati in grado di gestire ottimamente il servizio se ben indirizzati. Le nostre tariffe dei rifiuti si sono abbassate rispetto al 2014 dal 7% al 15% ed è in previsione una ulteriore riduzione. Non è solo il risparmio che ci ha convinti ad andare avanti, ma una gestione che prevede certamente una maggiore flessibilità rispetto ad ATO e soprattutto una migliore organizzazione, più diretta ed efficace con scelte operate a beneficio di un servizio più efficiente. Infine abbiamo anche soddisfatto una richiesta che veniva dai cittadini, ovvero riportare il servizio al Comune, e con una gestione in house abbiamo di fatto riportato il servizio al nostro Comune.

Ci sono state molte note e diffide sindacali. Avete apportato correttivi sulla base di queste indicazioni?

Non mi interessa fare alcuna polemica con i sindacati. Abbiamo garantito i requisiti previsti dalla legge, senza scorciatoie o ordinanze contingibili ed urgenti, certamente di più semplice attuazione, e proseguendo sulla stessa strada anche quando sembrava impossibile arrivare all’obiettivo. Molteplici incontri anche a Palermo sono stati momento di confronto per la nostra ARO ed anche in questi contesti abbiamo fugato ogni dubbio tramite gli atti che abbiamo regolarmente e nel tempo consumato. Infine, anche sul personale, come abbiamo più volte detto, abbiamo garantito i livelli occupazionali, e restiamo in attesa della approvazione della dotazione organica della SRR che individuerà definitivamente il personale amministrativo ed operativo da trasferire secondo quanto previsto dalla legge ed a cui ci atterremo.

A proposito di SRR, come procedono i lavori?

Credo che stia tutto proseguendo senza grandi difficoltà. L’attuale Presidente Glorioso ha approvato insieme al CDA l’elenco del personale avente diritto e da quanto mi risulta sembra che quasi tutti abbiamo i requisiti per transitare ai nuovi sistemi. Qualche criticità sul personale sarà certamente risolta. Credo invece sia opportuno attivare con la massima urgenza la società di scopo della SRR, A&T Ambiente e Tecnologia, su cui mi sono speso tantissimo, almeno per la gestione degli impianti e cominciare a transitare personale creando una gestione degli impianti più efficace con uno strumento nuovo e bancabile. Potrebbe essere la vera svolta del sistema provinciale, anche alla luce delle ultime novità circa la possibile riapertura di Cozzo Vuturo.

Quando, a suo avviso si abbasseranno i costi complessivi per la SRR di Enna e, quindi per i Comuni?

Quando il sistema si normalizzerà. La gestione precedente, nella quale ero Presidente ha cercato di mettere in piedi tutto il sistema, facendo chiarezza su alcuni aspetti molto delicati, fino alla dotazione organica il cui atto era pronto ad essere deliberato come discusso con Enna Euno. Non entro nel merito di ciò che accaduto dopo, ma è chiaro che se non si accelera in queste condizioni i costi continueranno a lievitare ogni giorno. È necessario, a mio parere, avviare la società di scopo della SRR e far transitare il personale nel più breve tempo possibile dopo l’approvazione della graduatoria. Ho certezza che Armando Glorioso, Presidente della SRR stia alacremente lavorando su questi aspetti.

quali misure prevedete nella vostra ARO per abbattere ulteriormente i costi?

Certamente quello di portare il servizio allo stesso livello sui due comuni avviando la Raccolta differenziata completa anche a Centuripe su indicazione del sindaco Galvagno e per la quale la SAES ha già avviato i primi passi. La SAES sta predisponendo una nuova organizzazione per migliorare il sistema di spazzamento delle strade oltre ed avviare processi di comunicazione diretta ai cittadini per migliorare la qualità della raccolta differenziata. Oltre a questo stiamo già lavorando ai laboratori di riciclo, alla diffusione delle compostiere domestiche e ad una elettromeccanica. Queste azioni, insieme all’aumento dei controlli già attivi nel nostro comune, permetteranno una nuova riduzione della bolletta della TARI.

Avete attivato un meccanismo che premia chi differenzia di più e quindi inquina di meno?

Il progetto “da Rifiuto a Risorsa” è già attivo nel nostro Comune da ottobre 2015 con grandi risultati, permettendoci di premiare alcuni cittadini più virtuosi e nel 2016 saranno tanti altri quelli che riceveranno l’ulteriore sconto nella bolletta per avere partecipato in maniera più attenta. Entro novembre il sistema sarà disponibile anche per le utenze commerciali con un incentivo in più, allargando la platea delle riduzioni delle bollette. Partirà a breve anche una nuova campagna promozionale legando in un ciclo unico i nuovi eco-compattatori e la casa dell’Acqua pubblica con promozione e sconti, determinando la riduzione a monte del consumo di plastica.

Annunci