Tag

, , , ,

L’1 dicembre il CIPE ha approvato il piano operativo per il Fondo per lo sviluppo e la coesione 2014-2020, dando il via agli interventi per la Diga Pozzillo per un finanziamento di 15 milioni di euro per la manutenzione dello scarico di fondo. Interventi più volte richiesti agli organi di governa nazionale anche da parte del Sindaco Francesco Bivona. I lavori erano già stati previsti dalla programmazione regionale all’interno dei fondi FAS durante il governo Lombardo, ma furono successivamente stralciati. La Diga Pozzillo, il bacino artificiale più grande di Sicilia, gestita da Enel è l’invaso strategico della Sicilia poiché oltre a produrre energia elettrica con una centrale idroelettrica a valle del muro di sbarramento delle acque fu costruita per contenere acqua da irrigazione servendo il 70% delle acque di irrigazione della Sicilia orientale. Il finanziamento di 15 milioni rientra tra quelli del settore delle infrastrutture deliberate dal CIPE all’interno di un quadro più ampio di diversi miliardi destinati alla Sicilia tra cui 837 milioni per le strade statali e 120 milioni alle manutenzioni straordinarie delle dighe.
bivona2Il Sindaco Francesco Bivona “Gli interventi nella Diga Pozzillo erano attesi e le azioni sinergiche sono state molteplici negli ultimi anni. Siamo felici che si dia attuazione alla precedente seduta del 10 agosto 2016 da parte del CIPE. L’intervento è certamente di importanza strategica sia per la salute della diga ma soprattutto a garanzia del futuro della agricoltura della Sicilia. Abbiamo già espresso in passato una forte collaborazione e per la nostra parte, saremo a disposizione degli enti attuatori per concretizzare la realizzazione degli interventi come previsto dalla tabella di marcia del Fondo per la Coesione.”

Annunci