Tag

, , ,

L’incontro che Regalbuto ha richiesto all’Assessore Regionale all’Agricoltura Edy Bandiera coinvolgendo circa 40 Sindaci, si è svolto Lunedì 29.

Interventi per la #SICCITÀ, provvedimenti #URGENTI verso #AGEA sono stati i temi più caldi, insieme alla necessità di interventi strutturali per garantire la risorsa idrica in Sicilia.
I problemi sanitari e quelli burocratici che bloccano le aziende zootecniche sono un altro nodo per cui abbiamo chiesto intervento presso il competente assessorato. 

Una Sicilia in ginocchio, regione di eccellenza per le produzioni tipiche e di qualità con 69 prodotti agroalimentari a marchio comunitario DOP/IGP, al primo posto in Italia per superficie agrumicola coltivata, al secondo posto in Italia per giornate lavorative con 105.000 occupati e con una zootecnia che è al secondo posto in Italia per la produzione di latte e formaggi, necessità di risposte immediate. 

L’Assessore Bandiera è stato molto concreto, mostrando le prime azioni che metterà in campo proprio a sostegno degli Agricoltori e degli Allevatori.

1. Interventi immediati con AGEA per lo sblocco dei fondi
2. Velocizzazione delle procedure per le segnalazioni ed il riconoscimento dello Stato di Calamità da parte del governo nazionale. (Il nostro Comune ha già richiesto lo stato di Calamità)
3. Rivisitazione di alcuni bandi del PSR per essere più vicini agli operatori con interventi piccoli e sparsi nel territorio
4. Confronto serrato per affrontare il problema dell’approvvigionamento delle risorse idriche nelle nostre dighe.

Il Sindaco di Regalbuto Bivona ha concordato un prossimo incontro ristretto con altri Sindaci con l’Assesore per affrontare in via operativa le questioni poste a cui già l’Assessore ha dato ampio seguito.

“Ringrazio l’assessore Regionale Bandiera – dichiara Francesco Bivona primo cittadino di Regalbuto – per l’estrema sensibilità al problema del settore economico più importante della Sicilia, dopo solo pochi mesi di insediamento.
La presenza di 40 comunità delle aree interne è stato un importante segnale al governo regionale che siamo certi non farà attendere le proprie determinazioni a favore dell’Agricoltura e Zootecnia Siciliana. Attendiamo adesso lo sblocco dei fondi dell’AGEA e la velocizzazione delle procedure per il riconoscimento dello Stato di Calamità per riuscire a dare un contributo concreto ai nostri territori.
Avremo un ulteriore incontro nei prossimi giorni a Palermo – conclude Bivona – per discutere come procedere su azioni comuni che riguardano anche il problema dell’approvvigionamento della risorsa idrica nelle nostre dighe.”
Annunci