Tag

, , , ,

Il consumo di prodotti provenienti da filiera corta e colture biologiche, ma anche l’eliminazione delle stoviglie in plastica ‘usa e getta’ per un maggiore rispetto dell’ambiente, sono due delle caratteristiche principali che caratterizzeranno il servizio mensa e refezione per i bambini della Scuola dell’Infanzia del Comune di Regalbuto a partire dall’anno scolastico 2018/2019.

La ristorazione scolastica rappresenta un settore della ristorazione collettiva in cui si concentrano valori educativi e nutrizionali e in cui occorre fornire ai più giovani garanzie sulla giusta alimentazione, diminuendo l’acquisto di prodotti le cui materie prime risultino essere di dubbia provenienza, e sulla sicurezza alimentare, quest’ultima intesa anche come lotta agli sprechi alimentari e all’astensione dell’utilizzo intensivo di contenitori, in particolare di plastica. È per questo ultimo obiettivo, che quest’anno, il comune di Regalbuto, si è mobilitato per garantire alta la qualità della mensa scolastica eliminando anche le stoviglie di plastica comunemente utilizzati per servire i pasti ai bambini e lanciando un messaggio chiaro anche nel consumo giornaliero.

La “Mensa scolastica a KM Zero”, è una scelta importante che esprime attenzione per la salute degli bambini e, al contempo, attiva un’azione di propulsione nei confronti dell’economia locale con la realizzazione e commercializzazione di prodotti di qualità ed eco sostenibili.

“Una scelta doppiamente etica, dunque, che ci ha impegnati mesi ma con un ottimo risultato-dichiara il Vice Sindaco Concetta Giaggeri. Da un lato, punta ad educare chi è in tenera età a riconoscere la bontà e il valore del cibo sano; dall’altro, serve a premiare e invogliare i produttori a coltivare sempre di più in modalità biologica o comunque organica (senza chimica). Ciò significa puntare in maniera decisa sul cibo sano nelle nostre mense, ma a dare anche un segnale di vicinanza alle aziende del territorio. La scelta di eliminare la plastica dal servizio, si inserisce in quel percorso virtuoso di rispetto per l’ambiente e corretta gestione dei rifiuti iniziato con la raccolta differenziata porta a porta che ha dato ottimi risultati, e sul quale ci si spende per la sensibilizzazione ai cittadini in tutte le forme.”.

L’Amministrazione Bivona ha sempre tenuta alta l’attenzione sulla qualità della mensa scolastica per il bene dei bambini, ma quest’anno ha voluto fare un ulteriore passo avanti, da una parte per tenere sempre alta la qualità, dall’altra anche per dare uno stimolo in più ai produttori agroalimentari del territorio. L’obiettivo dovrebbe essere quello di educare ma, soprattutto, far partecipare la comunità ad una riflessione sugli stili di vita salutari, sulla tutela e sulla sostenibilità dell’ambiente e alla valorizzazione delle tradizioni gastronomiche locali.

Il Sindaco Francesco Bivona “La mensa a kilometro zero era un obiettivo chiaro che ci eravamo posti in campagna elettorale e che abbiamo portato a termini. Non è una azione singola ma un processo virtuoso che si attiva. Spingere verso questa sensibilità è fondamentale per ritornare alla identità dei nostri genuini territorio. Consumare prodotti locali, ci fa vivere meglio e riattiva parte dell’economia agricola anche vicino nei nostri territori. Nella nostra mensa scolastica con cuochi interni al comune, si è sempre mangiato benissimo per l’alto livello di professionalità, adesso ancora di più.”

Oltre alla qualità del cibo effettivamente offerto ai bambini, un altro aspetto importante è quello didattico, infatti la mensa è un momento della scuola, parte del processo educativo dei bambini e l’obiettivo è che possano apprendere l’importanza di un concetto come la stagionalità del prodotto, cui spesso le famiglie, anche a causa della globalizzazione, non sono più abituati.

“Km Zero e prodotti di qualità” è quindi la linea imposta dal Comune di Regalbuto nel bando di gara. Maggiore qualità senza aumento del prezzo dei biglietti per i genitori: infatti sebbene puntare su prodotti di questo tipo ha comportato per il comune un incremento dei costi, il servizio non ha subito nessun rincaro per le famiglie.

Oltre ai prodotti di maggior qualità, la mensa scolastica di Regalbuto prevede anche l“Ecomensa”, ovvero l’eliminazione delle stoviglie in plastica “usa e getta’” con un triplice obiettivo: una migliore tutela della salute dei bambini, l’educazione alla sostenibilità ambientale e un risparmio per il Comune in termini di smaltimento dei rifiuti.

 

Annunci