Tag

, ,

La sicurezza stradale e il rispetto delle regole attraverso gli occhi dei ragazzi, grazie al progetto di educazione stradale “Vigile per un Giorno” inserito all’interno del progetto di educazione alla cittadinanza proposto dall’Amministrazione Bivona per l’anno scolastico 2018/2019, accolto dalla scuola e portato avanti con il supporto delle insegnanti Scillato Angelica e Scriffignano Daniela. L’iniziativa ha visto coinvolti gli alunni dell’I.C. “G.F. Ingrassia” di Regalbuto, accompagnati dalla Sezione Polizia stradale di Enna diretta dal dott. Giovanni Martino e dalla sua squadra nelle persone del V. Ispettore Maurizio Rizza, V. Ispettore Giovanni Mentastro, Assistente Capo Francesco La Greca, Assistente Capo Giancarlo Scandaliato, Assistente Barbara Restivo.

“L’educazione stradale nelle scuole costituisce innegabilmente un importante elemento di formazione dei ragazzi – afferma il Vice Sindaco con delega alla Pubblica Istruzione Concetta Giaggeri – non solo per quanto riguarda la sicurezza in strada (propria ed altrui), ma anche per la loro crescita sociale. Credo che progetti di questo tipo che cercano di sensibilizzare sul codice della strada, unito al coinvolgimento diretto dei ragazzi, rendendoli protagonisti, sia un’ottima strada da perseguire per la tutela e la salvaguardia del bene comune come un tassello importante per costruire tutti insieme una società più responsabile”.

Il progetto, si è svolto in due giornate, la prima giornata ha visto gli alunni  impegnati nella fase teorica sul codice della strada, durante la quale il V. Ispettore Rizza  ha sviluppato il suo messaggio puntando soprattutto sul tema della “prevenzione”, affermando più volte, che la vita è preziosa e  molte vite umane si possono salvare se si osservano pochissime regole, perché a volte per una semplice distrazione si arriva all’irreparabile; la seconda giornata nell’applicazione di quanto appreso in aula con l’uscita nel territorio e l’applicazione di “Multe morali”  al fine di sensibilizzare anche gli adulti, troppo spesso i primi trasgressori, e far cogliere l’importanza delle leggi sulla regolamentazione della vita di tutti i giorni, incentivando il senso civico.

“Il mancato senso civico ha un costo importante nei bilanci comunali e che i cittadini pagano in termini di peggioramento della qualità della vita, riuscire a formare cittadini migliori è una delle mission più importanti di ente locale – dichiara Francesco Bivona Sindaco di Regalbuto – In questi anni abbiamo speso molte energia per progetti che abbiamo come scopo una comunità migliore da lasciare alle future generazioni. Grazie alla Polizia di Stato questo progetto ha raggiunto l0obiettivo sperato coinvolgendo a fondo i ragazzi delle scuole e lanciando un messaggio chiaro sul rispetto delle regole anche tramite formazione e prevenzione”

Annunci